ATTENZIONE ALLE NOVITA’ DELLA NUOVA LEGGE FINANZIARIA. Dal 1 Luglio 2018 i costi del carburante per poter essere portati in detrazione sia ai fini dei redditi che dell’iva devono risultare pagati solo con qualunque mezzo di moneta elettronica (carte di credito e simili). Quelle pagate per contanti non sono riconosciute valide dal Fisco. Le schede dovranno essere compilate come sempre solo che dovranno essere accompagnate, per avere rilevanza fiscale, dal documento di addebito rilasciato dalla Banca che ha emesso la moneta elettronica. Quindi dal 1/7/2018 al Commercialista andranno consegnati due documenti: la scheda Carburante classica e la documentazione di pagamento da parte della banca. Gli acquisti di carburanti sulle Autostrade, per essere detraibili dal 1/7/2018 dovranno essere giustificate invece con fattura elettronica. Fino al 30/6/2017 non cambia nulla. Per evitare errori è bene organizzarsi per tempo facendosi controllare dal proprio commercialista i modelli organizzativi più opportuni.