Nuove agevolazioni per imprese e artigiani. Approvate le Direttive sulla 598/94 e 949/52.

Nuove agevolazioni per imprese e artigiani. Approvate le Direttive sulla 598/94 e 949/52.


Prosegue l’attività dell’assessore regionale alle Attività Produttive, on. Francesco Sulla, a sostegno delle aziende e degli artigiani calabresi, con l’avvio di due strumenti (i primi due dei 50 interventi previsti dalla Regione Calabria tra le misure per fronteggiare la crisi economica) che mettono a disposizione circa 30 milioni di euro per le attività produttive.

Il primo strumento riguarda il rifinanziamento con ulteriori 10 milioni di euro (attraverso la legge 949/52) di contributi alle imprese artigiane e alla microimpresa per acquisto, ampliamento, ammodernamento di fabbricati, per l’acquisto del suolo finalizzato all’ampliamento di fabbricati esistenti, acquisto di attrezzature, software, sistemi di certificazione della qualità aziendale, investimenti per l’innovazione tecnologica o commerciale ed altre tipologie di spese ammissibili.
Visti i positivi risultati ottenuti con il bando precedente, l’assessore ne ha promosso il rifinanziamento e la Giunta regionale ha approvato le direttive di attuazione, che hanno già ricevuto il parere della competente commissione consiliare, espressasi con procedura d’urgenza. Vengono riconfermate le agevolazioni in conto interesse e i contributi in conto scorte, ma si aggiunge la rilevante novità delle agevolazioni in conto capitale fino al 30% dell’investimento.
Il secondo strumento mette a disposizione di tutte le imprese, operanti in vari settori, una cifra complessiva di circa 20 milioni di euro (attraverso la legge 598/94) con la quale si punta a dare risposta ad un settore trascurato come il commercio, le cui imprese – grazie a questa misura – potranno innanzi tutto trovare agevolazioni nel consolidamento dei debiti, con la possibilità di crearsi liquidità dilazionando il proprio debito nel tempo, con garanzia e contributo della Regione.
Questo provvedimento offre una ulteriore possibilità anche a tante aziende che avevano partecipato al bando sui Pacchetti integrati di agevolazione (PIA) e che non hanno trovato risposte in quella circostanza. Anche questo provvedimento ha seguito lo stesso iter del precedente.
I settori di attività ammissibili sono l’estrazione di minerali, le attività manifatturiere, agro-industriali e quelle operanti nei settori della produzione e distribuzione di energia, gas e acqua, costruzioni, commercio all’ingrosso e al dettaglio e numerose altre attività.
I due strumenti finanziari concluderanno il proprio iter con la pubblicazione dei bandi prevista per fine mese e l’assessorato procederà, come in precedenti occasioni, a presentarli in tutte le province calabresi per dare indicazioni e chiarimenti a imprenditori, associazioni di categoria e consulenti.
L’assessore regionale Sulla ha espresso grande soddisfazione per la definizione di queste nuove opportunità con le quali si prosegue nella strada di andare incontro alle esigenze delle aziende calabresi.
Dopo aver sbloccato le pratiche ferme dal 2003 e aver portato a compimento l’esame ed il finanziamento delle pratiche relative al 2008, secondo un ritmo mai registrato in Calabria, tutto è pronto per soddisfare le nuove richieste degli artigiani e delle microimprese con la legge 949 e anche delle altre imprese, a partire da quelle commerciali, con la legge 598.
E intanto è a buon punto anche l’iter del bando sull’imprenditoria giovanile.  

Come vivere di rendita

Come vivere di rendita

rendita

Come vivere di rendita: 5 consigli d’oro per investire i propri risparmi evitando rimorsi e fregature di Enrico Marro

Non è impossibile, se si dispone di somme importanti. Anche in un Paese ormai non particolarmente “amico” degli investimenti (la tassazione delle rendite finanziarie è balzata dal 12,5% al 26% in due anni e mezzo, titoli di Stato a parte), vivere di rendita facendo fruttare i propri risparmi non è un sogno. Soppesando accuratamente le componenti del proprio portafoglio in base all’età, al profilo di rischio e alle personali necessità reddituali.

(altro…)

Prestiti imprese e agevolazioni: novità per gli immigrati

Prestiti imprese e agevolazioni: novità per gli immigrati

imprese-straniere-312x166

Per favorire le PMI italiane occorre un piano di sostegno per le imprese gestite da immigrati: agevolazioni fiscali e prestiti più accessibili per gli imprenditori stranieri. E’ questo il piano del governo per fare in modo che queste realtà imprenditoriali si “aggreghino con quelle italiane per evitare concorrenza al ribasso”. Quindi favorire le aziende italiane per tutelare indirettamente l’economia italiana? Queste le parole del ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, che ha parlato di fronte al Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen in tema di prestiti alle imprese e agevolazioni fiscali per PMI innovative e start up.

FINCALABRA. La finanziaria della Regione Calabria

Link ai Bandi aperti

Fincalabra SpA, società della Regione Calabria, istituita nel 1984 con legge regionale 7/1984 è stata costituita nel 1989.

La Regione Calabria, con la legge regionale 9/2007, ha acquisito la totalità delle azioni di Fincalabra, che è così divenuta organismo in house providing, e ne ha ridefinito compiti e ruoli.

La società oggi è uno strumento tecnico ed operativo della Regione Calabria più efficace nell’attuazione delle politiche di sviluppo economico.

In particolare, Fincalabra ha tra le sue priorità strategiche lo sviluppo del sistema produttivo e delle PMI operanti su territorio regionale attraverso:

  • la creazione di nuova impresa
  • l’innalzamento dei livelli di competitività
  • il miglioramento delle condizioni di accesso al credito
  • la promozione dello sviluppo tecnologico
  • il sostegno alla internazionalizzazione
  • la qualificazione delle risorse professionali e manageriali
  • l’incremento dei livelli occupazionali in Calabria

Fincalabra opera a sostegno del sistema produttivo regionale ponendosi come elemento di raccordo e congiunzione tra le politiche regionali, il sistema del credito e il sistema imprenditoriale.

BANDI INVITALIA

Pin It on Pinterest

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: